Strategie per gli elevati

Ci sono due strategie fondamentali per disegnare sezioni e prospetti: mettere la pianta al centro di prospetti ribaltati, ruotando l'UCS per saltare da una direzione all'altra, oppure tenere tutti i prospetti nel WCS e usare diversi inserimenti della pianta opportunamente ruotati da cui tirare le proiezioni. Do per scontato che della pianta si usino Xref e non blocchi, che andrebbero aggiornati in continuazione, e con un sistema di coordinate ben noto. Personalmente uso il secondo approccio.

Premessa

Parto dal presupposto che avremo un file per ogni pianta, con origini e orientamento congruenti in modo che se volessimo impilarne gli xref basti inserirli tutti con coordinate 0,0.
Diversamente bisogna integrare le seguenti procedure con altri stratagemmi.

Pianta al centro e elevati ribaltati

prospetti ribaltati su una pianta fissa

È la procedura forse più spontanea:
metto una pianta al centro e costruisco gli alzati proiettandone i punti salienti nelle diverse direzioni (quattro direzioni ortogonali se ci va bene, ma possono essercene molte altre). Spesso però i principianti non si costruiscono nemmeno le linee di ribaltamento (quelle a 45° nell'immagine) per riportarsi le altezze (in viola) da una vista all'altra, e non so proprio che procedure complicate si inventino.

lavorando con gli UCS ricordatevi della variabile ucsfollow: impostata a 1, quando si cambia l'UCS ruota tutta la vista (e zumma esteso), mantenedo il sistema di riferimento parallelo al monitor, mentre impostata a 0 ruota il riferimento a schermo (notate l'icona dell'UCS) mentre la vista rimane quella precedente.

Pro

Beh, è una procedura che mi è tanto antipatica che non ne trovo.

Contro

Per un rapido cambio di elevato, un UCS diversi, la mia procedura è la seguente:
anzitutto imposto ucsfollow a 1, ruoto l'UCS secondo la proiezione da disegnare mantenendone l'origine coincidente con il WCS, salvo l'UCS “con nome”, salvo la vista con un nome e il corrente UCS, poi rimetto ucsfollow a 0.
A questo punto per saltare da un elevato all'altro uso richiamare la relativa vista con nome. Questo consente anche di mantenere ucsfollow a 0 e non subire continui zoom extents.

Ci si può costruire anche dei “pulsanti” per un rapido cambio di vista:
è possibile assegnare dei link agli elementi cad , che non si limitano a siti web; possono anche linkare una vista insert->hyperlink->view of this drawing. Per questo uno può associare ad esempio un blocco-bottone a una specifica vista, e cliccando su quello con CTRL si viene rinviati immediatamente alla vista medesima.

bottone per accedere a una vista

Il link poteva essere assegnato anche al testo.

Elevati allineati e piante ripetute e ruotate

prospetti allineati e istanze di pianta per ciascuno

In genere preferisco lavorare così:
metto un elevato a fianco dell'altro, sotto ad una copia dell'xref della relativa pianta opportunamente ruotata.

altra accortezza è mettere gli alzati all'altezza Y effettiva:
in genere mantengo una xline orizzontale a coordinate 0,0 e la uso come 0 degli elevati. In questo modo anche le quote altimetriche si possono piazzare immediatamente e automaticamente con una quota di coordinate (o con apposito blocco con field) invece di misurare e e poi scriverle a mano, col rischio anche di sbagliare.

inserimento di quote “ordinate”

Nell'animazione sovrastante l'uso di quote altimetriche automatiche.

Pro

specchiare parti del disegno

Nell'animazione sovrastante la facilità con cui si possono specchiare elementi fra viste una volta stabilito l'asse di simmetria.

Contro

Rapida sostituzione delle piante

In entrambi i casi si possono creare degli script, o comandi, per sostituire rapidamente il file dell'xref.
Di default è anche facile indirizzare l'xref a un diverso file:

cambiare il file di un xref

Se volete creare, ad esempio, un menù personalizzato con un comando per richiamare ogni pianta, nella CUI (interfaccia di personalizzazione) bisognerà creare un comando per ogni piano, il cui contenuto sarà del tipo ^C^C-XREF;p;nomexref;"./percorsoalfile/altrapianta.dwg";.
Dovrete un po' studiare percorsi assoluti e relativi, e la sintassi. Notate ad esempio che nella CUI si usano, nel percorso, barre rovesciate rispetto a quando inseriamo il comando da riga di comando.

un menu per cambiare pianta al volo

Qui uno screenshot del relativo comando nell'interfaccia CUI, naturalmente si può creare un comando per ciascuna pianta che possa servire:

CUI - esempio di comando per la sostituzione percorso xref

⇠previous post all posts next post⇢

Comment Form is loading comments...